Skip to content

9^ Giornata Nazionale di Prevenzione dello Spreco Alimentare

alimentare
Abbiamo scoperto quanto hanno sprecato gli italiani nel 2021, e quanto è costato lo sperpero del cibo.

Nell’occasione della 9^ Giornata Nazionale di Prevenzione dello Spreco Alimentare sono stati illustrati i nuovi dati dell’Osservatorio Waste Watcher 2022, “il caso Italia”: scoprendo così quanto hanno sprecato gli italiani nel 2021, e quanto è costato lo sperpero del cibo.

E’ stata dedicata alla salute “unica” dell’Uomo e dell’Ambiente la 9^ Giornata Nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare, in calendario sabato 5 febbraio 2022.

 

L’evento ufficiale si è svolto a Roma, venerdì 4 febbraio 2022, sul tema One health, one earth. Stop food waste ed è promosso dalla campagna Spreco Zero di Last Minute Market con il patrocinio della Commissione Europea, dei Ministeri della Transizione Ecologica e degli Affari Esteri, di RAI per il sociale. Si è discusso di prevenzione e riduzione degli sprechi come elemento chiave a presidio della salute dell’uomo e dell’ambiente. Sono intervenuti, con il fondatore della giornata, l’accademico e agroeconomista Andrea Segrè, il Capo della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea Antonio Parenti, la Vice Ministra degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale Marina Sereni, il Sottosegretario al Ministero della Transizione Ecologica Vannia Gava. La, Rappresentante Permanente d’Italia presso le Organizzazioni Internazionali con sede a Roma Vincenza Lomonaco e il vicedirettore FAO Maurizio Martina,

I Report dell’Osservatorio Waste Watcher International sono stati illustrati dal Direttore Scientifico Ipsos Enzo Risso con i coordinatori del “Caso Italia” Luca Falasconi e “Cross Country Report” Matteo Vittuari, docenti all’Università di Bologna – Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroalimentari.

Abbiamo scoperto così quanto hanno sprecato gli italiani nel 2021, e quanto è costato lo sperpero del cibo.
Le “visioni” legate alla prevenzione dello spreco alimentare sono state affidate agli interventi degli Ambasciatori di Buone Pratiche 2022 della campagna Spreco Zero, la divulgatrice scientifica Eliana Liotta e lo scrittore e giornalista Massimo Cirri. Oltre a loro è intervenuto lo chef stellato Moreno Cedroni.

La Giornata nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare ricorre dal 2014 quando, su iniziativa del fondatore prof. Andrea Segrè, coordinatore Piano Nazionale di Prevenzione dello Spreco Alimentare (PINPAS) del Ministero dell’Ambiente, furono convocati gli Stati generali della filiera agroalimentare italiana.

Dal 2014 ad oggi la Giornata nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare è stata inserita nella Campagna Spreco Zero con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica italiana su una questione centrale del nostro tempo.




Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email