Skip to content

Acr Messina: punto d’oro nello scontro salvezza con la Fidelis Andria

00-
Pareggio a reti inviolate nello scontro diretto contro i pugliesi, utile per la salvezza diretta dei giallorossi.

Pareggio a reti inviolate nello scontro diretto contro i pugliesi, utile per la salvezza diretta dei giallorossi.

Raciti conferma l’undici vittorioso col Latina ed infatti il Messina parte subito forte trovando la rete al 4′ con Piovaccari, ma il guardalinee segnala un offside e, quindi, tutto da rifare. Lo scampato pericolo accende i pugliesi che ci provano con Alcibiade il cui colpo di testa va alto sulla traversa. Ancora Messina al 6′ con Fofana che calcia all’esterno della rete. Il Messina sembra compatto e gestisce il pallino del gioco.

I locali si rivedono al 16′ ancora con Alcibiade ma Lewandowski é attento e respinge. Dopo la fiammata iniziale il Messina cala i toni ed i pugliesi non mordono più di tanto. Al 35′ si rivedono i peloritani con uno stacco di testa di Piovaccari di poco al lato.

I pugliesi si fanno vedere solo su punizione sparata alta da Nunzella. Si va negli spogliatoi su punteggio di parità. Nella ripresa Raciti fa entrare Goncalves e la partita prosegue con ritmi bassi ed il Messina cerca il più possibile di addormentare la partita. Le azioni degne di nota si svolgono negli ultimi venti minuti. Al minuto 80′ Bubas impegna Lewandowski dalla distanza. All’ 86′ Lewandowski si supera in un doppio intervento prima su Messina e poi su Bubas.

Lo scampato pericolo anima i peloritani che rischiano di vincere la partita al minuto 98′ (ben 10 minuti di recupero), con Konate che impegna l’estremo difensore pugliese e, sulla ribattuta, Adorante per poco non trova la deviazione vincente.

Finisce 0-0 ed il Messina mantiene 7 punti di vantaggio sui pugliesi.

Prossima gara in casa contro il Taranto, altra sfida salvezza da vincere.




Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email