Skip to content

“Adolfo Celi: un mito messinese da riscoprire”

adolfo-celi-un-mito-messinese-da-riscopire_MessinaWebTv_Cultura
Il 29 e 30 giugno sarà ricordato il grande attore messine in occasione del centenario della nascita con una serie di iniziative organizzate dal Cirs in partnership con il Taormina Film Fest

Si preannuncia come un’edizione ricchissima quella del “Memorial Adolfo Celi” 2022, organizzata dal Cirs in partnership con il Taormina Film Fest in occasione del centenario della nascita del grande attore messinese. L’evento è finalizzato alla raccolta fondi per le donne in stato di disagio ospiti del Cirs, ma da sempre le iniziative dell’Ente mirano a stimolare le istituzioni affinchè la città ritrovi identità anche riappropriandosi della Rassegna del Cinema che un tempo animava le estati messinesi.

La manifestazione, presentata ieri in una conferenza stampa al Marina del Nettuno Yachting Club, si terrà il 29 e il 30 giugno al Museo Regionale di Messina.  All’incontro con i giornalisti hanno partecipato la presidente del Cirs Maria Celeste Celi, l’architetto Marisa Mercurio in rappresentanza del MuMe ed alcuni dei protagonisti dell’iniziativa, tra cui lo sceneggiatore e scrittore Mario Falcone, uno dei premiati di questa edizione del Memorial, il presidente di Assopanificatori Francesco Arena e la dirigente scolastica dell’IIS Antonello Laura Tringali. In collegamento web sono intervenute la figlia dell’artista Alexandra Celi e la sovrintendente della Fondazione Taormina Arte Ester Bonafede, che ha sottolineato la volontà da parte della fondazione di sostenere la manifestazione del Cirs per il suo importante valore artistico e sociale.  

Il grande cinema, l’attenzione al sociale, ma anche cultura, musica, spettacolo e food sono i tasselli del Memorial Adolfo Celi”, evento solidale che prevede il 29 giugno alle 18.30 il convegno “Adolfo Celi: un mito messinese da riscoprire”, a cui interverranno come relatori oltre a Leonardo ed Alexandra Celi, il regista Christian Bisceglia, il critico cinematografico Nino Genovese e Il prof. Filippo Grasso, delegato del Rettore al Turismo. A moderare l’incontro sarà il giornalista Lucio Di Mauro.

Seguirà la proiezione del docufilm “Adolfo Celi, un uomo per due culture” diretto dal figlio Leonardo e teso a ricostruire l’influenza che l’attore ebbe sia in Italia sia in Brasile, i due Paesi in cui visse, attraverso autorevoli testimonianze.   

Il 30 giugno invece sarà la giornata del gran Galà solidale, a partire dalle 20.30 sempre al MuMe, con la consegna dei Premi Adolfo Celi ad Emanuele Salce, figlio del regista e attore Luciano Salce amico fraterno di Celi e Katia Greco, affermata attrice messinese molto nota al grande pubblico e prossimamente al cinema in un film con Claudia Cardinale. Saranno premiati inoltre il presidente della casa di produzione cinematografica Cinemaset Antonio Chiaramonte e il presidente dell’associazione Antimafia e Legalità Enzo Guarnera, per il loro contributo nella diffusione di film contro la violenza e come detto, lo sceneggiatore Mario Falcone.

La manifestazione, oltre a celebrare l’illustre messinese, che ha offerto un importantissimo contributo alla cinematografia internazionale, si propone come un appuntamento dall’alta valenza sociale. Il Cirs infatti ha bandito anche quest’anno un concorso di cortometraggi sul tema della violenza di genere che ha coinvolto registi e studenti delle scuole messinesi, con l’obiettivo di attuare azioni di informazione e contrasto al problema.

Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email