Skip to content

Amministrative, De Domenico: “Il referendum su Montemare è un grido di aiuto che dobbiamo raccogliere”

Franco De Domenico nei villaggi nord 01
Il candidato sindaco del Centrosinistra, Franco De Domenico,incontrando i cittadini di villaggi, ha ribadito il suo "no" all'ìpotesi del nuovo comune "Montemare"

Il candidato sindaco del Centrosinistra, Franco De Domenico, ha ribadito il suo “no” all’ipotesi del nuovo comune “Montemare”. E lo ha fatto, proprio visitando alcuni villaggi della zona Nord  che dovrebbero confluire nel nuovo ente qualora prevalessero i “sì” al referendum, che si terrà proprio il 12 giugno insieme alle elezioni comunali.

“Ritengo – ha detto De Domenico – che un candidato a sindaco non possa avallare l’idea che i problemi del territorio si risolvano con una secessione. Però, da primo cittadino di Messina, sono pronto a essere innanzitutto il sindaco delle periferie più estreme della città, come quelle che oggi si sentono più abbandonate”.

“L’iniziativa del referendum – ha osservato – è soprattutto un esercizio di democrazia e un grido di aiuto che dobbiamo raccogliere, partendo da un serio programma sul decentramento amministrativo. Un’idea che va al di là del numero di quartieri e passa da una reale autonomia che i quartieri stessi possono gestire, a partire dalle risorse finanziarie. Rispetto chi voterà per la scissione, ma anche se dovesse vincere il sì la mia amministrazione avrà l’obiettivo di fare ricredere i cittadini di questi villaggi”.

De Domenico, inoltre, ha partecipato questa mattina alle celebrazioni per il 25 aprile, in Piazza Unione Europea. “C’è chi, da sempre – ha dichiarato – il 25 aprile, sente il dovere di essere in piazza per rendere omaggio a coloro i quali hanno combattuto per garantirci il bene più grande: la Libertà. Io sono tra questi e oggi provo ancora più emozione a ritrovarci, dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia. Ho voluto partecipare in piazza Unione europea a una ricorrenza che è parte essenziale della nostra Storia”.




Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email