Skip to content

Amministrative, i vertici di Prima l’Italia con Germanà a sostegno di Basile. Rottura con la base messinese

germanà minardo
I vertici regionali di Lega-Prima l'Italia sostengono la scelta di Germanà, e annunciano il sostegno a Federico Basile. Una decisione condivisa da Salvini

Nuovo colpo di scena nello show elettorale delle amministrative di Messina: i leghisti messinesi, che avevano sconfessato il deputato leghista Nino Germanà che ha deciso di sostenere il “deluchiano” Federico Basile, sono stati sconfessati dalla segreteria regionale che, su input della segreteria nazionale, ha deciso che condividerà proprio la scelta di Germanà.

Stare dietro alle dinamiche di Lega-Prima l’Italia e, ormai, come stare sulle montagne russe.

“La scelta di sostenere Federico Basile, candidato sindaco di Messina, è condivisa dal nostro segretario federale Matteo Salvini – ha detto il segretario regionale Nino Minardo -. Auspico che l’intero gruppo dirigente messinese possa ritrovarsi nell’interesse dell’unità del nostro movimento con il giusto coinvolgimento di tutti”. E con buona pace di Maurizio Croce, verrebbe da dire.

Ma sarà così? Che Nino Germanà potesse avere il sostegno diretto di Salvini, era più di una ipotesi. Una fuga in avanti così netta, continuando a parlare a nome di Prima l’Italia, destava più di qualche sospetto.

Ma la nota firmata da dieci esponenti messinesi del partito e diramata oggi, è troppo dura e altrettanto categorica per consentire un semplice dietrofront.

“Rispettiamo le scelte dei territori – ha ribadito Minardo all’Ansa-. Il punto è che la condivisione è necessaria e fondamentale in un partito e va ricercata con tutti i soggetti protagonisti, le fughe in avanti non fanno mai bene alla dialettica interna che è un valore”. “Su Messina – ha aggiunto – avevo chiesto di soprassedere per condividere la scelta con il parlamentare regionale e capogruppo all’Ars Catalfamo, i consiglieri comunali Bramanti e Caruso, il responsabile regionale enti locali Francilia. Tuttavia sono certo che si ritroverà la sintesi e l’armonia perché l’obiettivo è solo uno: affermarsi come partito e amministrare due città importanti come Palermo e Messina”.

“Come ripete sempre il nostro leader Matteo Salvini lavoriamo per il bene del movimento – conclude -. Solo con un partito che lavora per costruire si può essere forti e incidere nelle scelte importanti per il bene della Sicilia e dei siciliani. Con i no, con le ripicche, con i personalismi si lavora solo per distruggere”.

“Sintesi” e “armonia” sono certamente due parole che stridono con i toni utilizzati nelle ultime 72 ore.

Questo “drama” promette nuove puntate.




Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email