Skip to content

Athlon, contro l’Atletica Termini la vittoria della sofferenza

Athlon Pace del Mela_MessinaWebTv_Sport
Volley – Serie D /m – Nello scontro al vertice del girone A, la formazione di Pace del Mela, sotto di un set, la ribalta e vince 3-1. Aumenta il distacco proprio sugli ospiti, secondi in classifica.

Nel freddo pomeriggio del “PalaMarconi”, successo e allungo in classifica dell’Athlon Pace del Mela sull’Atletica Termini Pallavolo. 3-1 il risultato finale (24-26 / 25-13 / 25-20 / 28-26), al termine di una gara di sofferenza, intensità – soprattutto nel primo parziale – segnata da nervosismo e conseguenti sanzioni disciplinari, spiacevoli quanto necessarie, ma anche da gesti tecnici, capaci di esaltare il numeroso pubblico presente, e apprezzabili costruzioni di gioco.

Giuseppe Crisafulli, MVP del match

Negli schieramenti iniziali, Athlon in campo con Alessandro Filoramo in regia, suo opposto Marcello Bongiovanni, centrali Gaetano Battaglia e Francesco Milone, laterali Emanuele Filoramo e Giuseppe Crisafulli, libero Santino Costa. Nino Cernuto, 1° allenatore, Carmelo Coletta, 2° allenatore. L’Atletica Termini ai nastri di partenza con Simone Cosentino in regia, opposto Antonino Frascati, centrali Graziano Silvestre e Davide Piazza, laterali Giusto Corso e  Edoardo D’Ambrogio, libero Federico Spalla. Vito Iacona, 1° allenatore, Emanuele Iacona, 2° allenatore.

Ritmi molto alti, quelli del primo set. Si gioca senza risparmiarsi, cercando di non lasciare nulla agli avversari. I padroni di casa controllano bene le varie fasi del set, ma il colpo di coda è degli ospiti. L’Athlon spreca la prima set-ball del match, mentre Termini passa con un attacco in diagonale di D’Ambrogio. Ai vantaggi, a chiudere la contesa, arrivano in sequenza un fallo di palla trattenuta da parte del centrale di casa, Francesco Milone, ed un muro sull’attacco da posto 4 di Marcello Bongiovanni. Il secondo set è tutto di marca Athlon. I lunghi della coppia Cernuto-Coletta scaricano la propria voglia di rivalsa sul campo e, grazie ad un ampio distacco maturato in avvio (10-3), chiudono con dodici punti di vantaggio. Nel terzo parziale partono, meglio gli ospiti che riescono a mettere ben cinque lunghezze di distacco sugli avversari (10-15). Ma è da un errore di D’Ambrogio che parte la rincorsa dell’Athlon, completata da un ace di Emanuele Filoramo (17-17). La svolta del set, e forse del match, arriva sul 18-18. Su una palla trattenuta, fischiata agli ospiti, attimi di nervosismo che costano agli stessi la sanzione della penalizzazione e conseguente punto aggiuntivo per la formazione di casa. Termini perde la concentrazione e, nel finale, non riesce più ad opporre la necessaria calma e concentrazione che servirebbero nei momenti delicati. Nel quarto set, squadre molto stanche ed attaccanti che non forzano più.

Si gioca d’astuzia, cercando il mani-out avversario e, soprattutto, di fare meno errori possibili. Cala vistosamente il rendimento degli attaccanti ospiti e, complici anche alcuni errori al palleggio di Cosentino, i ragazzi di casa ne approfittano, trascinando l’incontro ancora ai vantaggi. Botta e risposta tra le due squadre fino al 26-26. Si difende ogni pallone: l’errore decisivo arriva da un attacco sulla rete di D’Ambrogio , da posto 4. Termini non ne ha più davvero ed il primo tempo out di Graziano Silvestre consegna il match all’Athlon. MVP della gara: Giuseppe Crisafulli (Athlon). Ha diretto l’incontro Graziana Scilipoti di Messina.                      

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email