Skip to content

Calcio – Acr Messina – Abbiate fiducia…ma fino a quando?

Auteri_MessinaWebTv_Sport
Inizio in salita per il Messina. Tre sconfitte in quattro partite, tre indizi che fanno una prova e confermano come - la squadra guidata da mister Auteri - abbia evidenti lacune e fragilità.

Abbiate fiducia è stato il mantra ripetuto in più occasioni dall’entourage giallorosso; in primis da mister Auteri, tecnico esperto e di valore che, circa un mese fa, di fronte alle perplessità manifestate dal sottoscritto, riguardo la reale forza dell’organico giallorosso, rispose proprio cosi: “Abbiate fiducia”. Fiducia che, tra i tifosi, sta via via lasciando spazio alla paura! La classifica impietosa vede la squadra relegata all’ultimo posto e con alle porte un’altra sfida proibitiva contro la corrazzata Catanzaro.

Lo staff tecnico cerca di diffondere fiducia all’ambiente.

Il Ds Pitino si mostra sereno, anche se – così pare – stia valutando l’eventualità di ricorrere al mercato degli svincolati per colmare quelle lacune che, a dirla tutta, erano apparse evidenti già nel precampionato. Non aver preso negli ultimi giorni di mercato altri 2-3 calciatori di qualità e carisma, rischia di rendere complicato il cammino del Messina. La speranza è che le prossime partite possano dare ragione a uomini esperti come Auteri e Pitino. Il mister resta forse uno dei pochi punti di forza a cui aggrapparsi; il Messina, infatti, in queste prime quattro giornate, ha sempre fornito buone prove, fatta eccezione per i secondi 45 minuti del “Partenio”. Una buona organizzazione tattica e una parvenza di gioco non sono stati sufficienti, però, ad ottenere fin’ora i tre punti.

Una squadra che purtoppo paga dazio principalmente per tre fattori:

1) inesperienza,fragilità e l’assenza di leader e uomini di esperienza. Questi avrebbero dovuto trascinare i compagni più giovani verso lidi più tranquilli della classifica. In difesa, il solo Camilleri (arrivato anche in colpevole ritardo) non sembra poter reggere da solo la retroguardia, col caso Celic – attualmente fuori lista – emblema della confusione vissuta in estate.

PORCINO

2) Problemi anche sulle fasce dove gli unici due laterali – Versienti e Fazzi, entrambi infortunati – non hanno sostituti di ruolo, al punto tale da costringere il tecnico di Floridia ad abbandonare il suo storico 3-4-3 per il 4-3-3, con dei difensori centrali schierati come terzini. Il DS Pitino sull’argomento ha ammesso – ai microfoni di un’emittente locale – di aver cercato negli ultimi giorni di mercato un esterno mancino, senza – a suo dire – trovarne nessuno. Frase che lascia un pò perplessi.
Ad esempio, un esterno sinistro come Porcino fa malinconicamente parte della lista degli svincolati, ma soprattutto visto che il nostro ex Giofrè – under 2001 di valore e prospettiva – si è accasato – in quel di Cerignola – solo nelle ultime settimane di calciomercato e dove sforna cross e assist al bacio.
L’auspicio, dunque, è quello di recuperare Versienti e Fazzi al più presto, con un Fazzi che, dopo aver richiesto in estate la cessione, si spera possa avere le motivazioni giuste per dare il suo contributo alla causa. La zona nevralgica del campo è quella che fin’ora ha dato più garanzie, seppur le tre partite in sette giorni, hanno mostrato anche quì una coperta corta, con Marino costretto a fare gli straordinari ed incappato in una prestazione negativa ad Avellino, ed un Fofana ancora non al top della condizione. Forse sarebbe il caso di completare il reparto con un centrocampista di qualità e tecnica.

3) Ma i problemi maggiori si notano in avanti. Il ruolo di centravanti rimane evidentemente scoperto, con Curiale che, fin dal precampionato, ha palesato evidenti difficoltà atletiche. Balde, utilizzato spesso come falso nueve, non riesce a dare peso e gol all’attacco giallorosso. Con l’infortunio di Piazza, forse servirebbe qualcosa anche sulle corsie d’attacco ma, per intervenire in modo così massiccio, sarà necessario attendere il mercato di gennaio. In realtà, qualcosa andrebbe fatta subito, con la speranza di trovare nel mercato degli svincolati, qualche elemento importante e con una buona forma atletica.

Non sarà facile e quindi non resta che sostenere questi ragazzi, con l’auspicio che possano iniziare a stupire e regalare quelle soddisfazioni che il popolo giallorosso merita. Un inizio da incubo che non ha scalfito la passione della Curva Sud, presente in buon numero ad Avellino e che sta già organizzando la trasferta di Catanzaro. I tifosi del Messina – quelli che soffrono nel vedere la propria squadra all’ultimo posto in classifica – in una eventuale classifica di fede e pazienza sarebbero indiscutibilmente al primo posto.

Teniamo duro ragazzi!

Prima o poi gli ultimi saranno i primi, come direbbe mister Auteri: “abbiate Fiducia!”

Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email