Skip to content

Calcio, l’Acr Messina batte il Taranto in casa e conquista la salvezza

foto acr messina rizzo
Un gol di Rizzo su punizione al 68', complice il portiere ospite, regala al Messina la vittoria nello scontro diretto e la salvezza anticipata grazie anche all'esclusione del Catania calcio dalla Lega Pro.

Un gol di Rizzo su punizione al 68′, complice il portiere ospite, regala al Messina la vittoria nello scontro diretto e la salvezza anticipata grazie anche all’esclusione del Catania calcio dalla Lega Pro.

Davanti ad una cornice di pubblico inusuale per questa stagione (circa tremila presenze), gli uomini di Raciti contro il Taranto danno prova del ritrovato gruppo. La partita inizia lenta con una densa fase di studio. La prima azione è del Messina con Fofana che però spreca malamente. Il Taranto non sta a guardare e crea qualche apprensione alla retroguardia giallorossa con Di Gennaro. Al 34′ ci prova Russo ma la difesa pugliese chiude ogni spiraglio. Si va quindi negli spogliatoi a reti inviolate.

Nella ripresa il Messina ha un piglio più offensivo nonostante il campo reso pesante dalla pioggia. Al 64′ ci prova Piovaccari con esito negativo. L’azione decisiva avviene quattro minuti più tardi. Calcio di punizione dal limite dell’area: la sponda per Rizzo è vincente. Il portiere pugliese non trattiene la palla che scivola in porta portando avanti i padroni di casa. Sarà la rete che deciderà il match. Il Messina gioca sul velluto ed amministra il risultato fino al novantesimo.

Al triplice fischio il “Franco Scoglio” esplode di gioia.

L’ Acr Messina resta tra i professionisti e può programmare con serenità la prossima stagione.




Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email