Skip to content

Pasticciere abusivo, “da Messina a internet”

dolci
L’abusivismo non solo mortifica le attività in regola, ma soprattutto mette a rischio la salute dei cittadini”.

Sul grave episodio riportato dagli organi di Stampa, secondo cui un ex pasticciere avrebbe continuato la sua attività tra le mura domestiche, facendosi pubblicità su internet e vendendo i suoi prodotti ad inconsapevoli cittadini, interviene il presidente di Confesercenti Messina Alberto Palella.

“Grazie all’attività della Polizia specialistica della Municipale- dice il presidente Palella- si è riusciti ad incastrare un ‘furbetto’ che pensava di continuare a svolgere l’attività di pasticciere in barba ad ogni regola igienico-sanitaria, mettendo a rischio la salute di ignari cittadini.

Si tratta di un episodio gravissimo anche sul piano della concorrenza sleale perpetrata ai danni di tutte quelle attività che faticosamente, soprattutto in questo periodo segnato dalla pandemia, alzano ogni giorno la saracinesca dei loro locali, osservando le regole e pagando le tasse. Per non parlare del mancato rispetto di tutte quelle norme a tutela dell’igiene e della salute pubblica, letteralmente ignorate dal soggetto in questione dal momento che, secondo quanto riportato dalla Stampa, il pasticciere svolgeva l’attività illecita a casa sua e dunque senza alcuna autorizzazione sanitaria.

Un plauso va alla sezione della Polizia Municipale guidata dal comandante vicario Giovanni Giardina che ha multato il trasgressore, con l’auspicio che la dura sanzione comminata serva da monito a chi crede di poter operare nell’illegalità a discapito di tutti: imprenditori onesti e cittadini. Infine- conclude Palella– un invito alla gente a diffidare da chi non offre le adeguate garanzie, ne va della vostra salute, fate attenzione!”

Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email