Skip to content

Dal 20 giugno scatta l’area pedonale serale a Torre Faro

Torre_Faro_MessinaWebTV_Cronaca
Lo spazio interessato è quello antistante la Chiesa Madonna della Lettera, tutti i giorni, dalla 18 alle 2 del mattino

Tornano l’isola pedonale serale a Torre Faro.

Il Commissario Straordinario del Comune di Messina Leonardo Santoro ha stabilito l’istituzione delle aree pedonali nello spazio antistante alla Chiesa Madonna della Lettera. Le limitazioni scatteranno il 20 Giugno e termineranno l’11 Settembre. La fascia oraria è quella dalle 18 alle 2 del mattino di tutti i giorni feriali e festivi nel tratto della via Torre, compreso tra le vie Rando e Pozzo Giudeo. La sosta a pagamento sarà dalle ore 9 sino alle 24 di tutti i giorni feriali e festivi solo lungo il lato destro nel senso di marcia delle vie Fortino e Senatore F. Arena, del tratto della via Palazzo di lunghezza 200 metri dall’intersezione con via Circuito. La tariffa di sosta è pari a 2,50 euro l’ora con esenzione dal pagamento per i residenti o dimoranti con regolare contratto di locazione nei tratti di strada interessata e che espongano l’apposito contrassegno rilasciato da ATM Spa.


“L’iniziativa – ha spiegato il Commissario Straordinario Santoro – si colloca nell’ambito di una serie di attività che intendono procedere ad una crescita costante del villaggio rivierasco, come già avvenuto con un mio precedente provvedimento relativo all’apertura per l’intero anno del parcheggio Torri Morandi. L’istituzione dell’area pedonale nel villaggio di Torre Faro – ha proseguito comporta vantaggi ai fini della moderazione e fluidificazione del traffico veicolare, il recupero della vivibilità. Inoltre, una migliore fruizione del villaggio attraverso fattori importanti e tra loro interconnessi quali la pulizia, il decoro urbano, la quantità e qualità degli spazi pubblici, la mobilità sostenibile, cioè innovativa e rispettosa della natura e delle persone che privilegi gli spostamenti a piedi, con le biciclette e con i mezzi di trasporto pubblico locale preferibilmente elettrici”.

Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email