Skip to content

Digital divide, la messinese Lidia Dimasi nominata avvocato per la parità di genere in Parlamento

Lidia Dimasi
La docente dell’Università di Messina, che coprirà l’incarico a titolo gratuito, affronterà le tematiche legate alla parità di genere al digital divede

La siciliana Lidia Dimasi è stata nominata avvocato per la parità di genere nel digital divide dell’Intergruppo parlamentare per l’inclusione digitale, presieduto dalla senatrice Urania Papatheu.

Lidia Dimasi, avvocato e docente dell’Università di Messina, coprirà l’incarico a titolo gratuito impegnandosi ad attuare le iniziative necessarie per affrontare le tematiche legate al digital divide ed alla parità di genere, e porle all’attenzione dei componenti dell’Intergruppo parlamentare.

“La strada da percorrere sul fronte della disparità di genere in Italia è ancora tanta”, ha commentato Lidia Dimasi. “Il nostro Paese  – ha aggiunto – è al 25esimo posto in termini di parità di genere nell’utilizzo degli strumenti digitali. Siamo dietro la Grecia, la Romania e la Bulgaria. I miglioramenti registrati nell’inclusione digitale sono ancora minimi e riguardano in gran parte solo le giovani donne. Ma se guardiamo all’uso di Internet, alle competenze specialistiche ed all’occupazione o ancora alle laureate STEM, le differenze di genere sono ancora evidenti. Le sfide del PNRR resteranno incomplete se non sarà colmato questo gap derivante soprattutto da stereotipi culturali e vecchi pregiudizi”




Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email