Skip to content

Giro d’Italia, senza il Bilancio impossibile organizzare gli eventi collaterali a Messina

giro-italia-2022
La tappa messinese del Giro d'Italia di ritrova a fare i conti con la mancata approvazione del Bilancio

La tappa messinese del Giro d’Italia di ritrova a fare i conti con la mancata approvazione del Bilancio. Nessun problema per il rifacimento del manto stradale, i cui lavori dovrebbero essere appaltati a breve, ma per l’organizzazione degli eventi collaterali è tutta un’altra storia.

E’ questo il quadro che è emerso ieri, al termine del tavolo tecnico convocato dal Commissario Straordinario del Comune di Messina Leonardo Santoro, in occasione dell’arrivo a Messina della quinta tappa del Giro d’Italia 2022, in programma l’11 maggio prossimo con partenza da Catania.

Alla riunione tecnica-operativa hanno partecipato i Dirigenti dei Dipartimenti comunali, Servizi Territoriali ed Urbanistici, Servizi Finanziari e Tributari, Servizi Ambientali, Servizi Tecnici e Polizia Municipale; il Coordinatore e i componenti del Comitato Tappa Giro d’Italia; i Presidenti delle Società Partecipate, AMAM SpA e Messinaservizi Bene Comune; l’Ingegnere Capo del Genio Civile; il Provveditore agli Studi e i Presidenti di Confesercenti e Confcommercio di Messina.

L’incontro è stato convocato per affrontare i diversi aspetti tecnici, con particolare attenzione alla verifica del sistema viario e alla manutenzione stradale e quelli organizzativi legati all’arrivo della tappa in città. E qui sono sono venuti  a galla i problemi. E’ già stato stabilito che i lavori di rifacimento delle strade saranno messi a bando e quindi, a breve, saranno appaltati; mentre la mancata approvazione del Bilancio non consente attualmente l’impegno le spese per organizzare degli eventi. Per la loro realizzazione, quindi, sarà necessario trovare altre strade.

I rappresentanti del Comitato Tappa hanno evidenziato la necessità di individuare sia le somme essenziali che il soggetto attuatore; il  Comitato, infatti, è esclusivamente organo tecnico a supporto del Comune di Messina e di raccordo con RCS che, collegata alla riunione da remoto, si è impegnata ad inviare nel più breve tempo possibile il piano sanitario e quello di sicurezza. Inoltre, i presidenti delle società partecipate hanno assicurato, ognuno per la propria competenza, gli interventi necessari, e il neo Provveditore agli Studi ha manifestato la massima disponibilità a collaborare coinvolgendo il mondo della scuola.

Il Commissario Straordinario Leonardo Santoro ha aggiornato il tavolo tecnico a dopo festività pasquali, per verificare l’iter delle procedure, “nelle more di sciogliere – ha chiarito –  la riserva per accogliere in maniera adeguata l’importante evento ciclistico che a breve interesserà la nostra città”.




Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email