Skip to content

Il bel canto: “Quando le sere al placido”

Luisa_Miller_Illustration_Ricordi
Da "Luisa Miller" opera di Giuseppe Verdi su libretto di Salvadore Cammarano

Luisa Miller è un’opera in tre atti di Giuseppe Verdi su libretto italiano di Salvadore Cammarano, basata sull’opera teatrale Kabale und Liebe (Intrigo e amore) del drammaturgo tedesco Friedrich von Schiller.

L’idea iniziale di Verdi per una nuova opera fu respinta dal Teatro San Carlo di Napoli.

Tentò di negoziare una via d’uscita da questo obbligo e, quando ciò fallì, Cammarano ebbe l’idea di adattare la commedia di Schiller.
Il processo fu avviato, con Verdi che ancora viveva e lavorava sulle idee iniziali di Parigi, dove aveva vissuto per quasi due anni prima di tornare nella sua città natale di Busseto nell’estate del 1849.

Fu da lì che scrisse la musica recandosi a Napoli per le prove.
La prima rappresentazione fu data l’8 dicembre 1849.

Questa era la quindicesima opera di Verdi ed è considerata l’inizio del “periodo di mezzo” del compositore

 

Quando le sere al placido
Chiaror d’un ciel stellato,
Meco figgea nell’etere
Lo sguardo innamorato,
E questa mano stringermi
Dalla sua man sentia…
Ah!… mi tradia!…

Allor, ch’io muto, estatico
Da’ labbri suoi pendea,
Ed ella in suon angelico,
Amo te sol dicea,
Tal che sembrò l’empireo
Aprirsi all’alma mia!…
Ah!… mi tradia!…

— — —

Nota del maestro di piano forte e canto Fraternale Gian Vittorio:
Emanuele Ferrara in arte Manuel Ferreira è un tenore autodidatta messinese, che grazie al suo registro vocale molto duttile, riesce ad interpretare brani di musica leggera, classica, napoletana e lirica. La sua voce è aperta, metallica nelle note intermedie, e sfocata nei registri alti.
Dà il meglio di se nella canzone napoletana classica e nelle arie liriche recitative.”

Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email