Skip to content

Le opere di Ignazio Pandolfo in mostra allo Spazio Macos

Pandolfo
un’occasione straordinaria per un incontro con l’arte e con un artista

Quadri polimaterici. Vernici spray, resine epossidiche, silicone, tutti utilizzati per creare isole cromatiche che sfuggono all’imperio della forma. Ma anche sottili geometrie che sezionano un universo ipnotico, colto nel suo ribollire multiforme.

 

 

È il nuovo percorso artistico di Ignazio Pandolfo, in mostra nello spazio Macos, curato da Mamy Costa, in via Cardines 16 a Messina, sino al 14 febbraio 2021.

 

Ignazio Pandolfo è un creativo che, con composta dedizione segue, appassionatamente, il suo demone artistico. Non c’è viaggio che questi gli proponga che non venga da lui intrapreso e realizzato. Dalla scrittura – segnalo l’ultimo romanzo “La notte delle mantidi” – alle creazioni pittoriche.

Le stazioni di partenza sono “le porte della percezione” (riprendendo il titolo di una sua precedente mostra al Teatro Vittorio Emanuele) attraversate le quali Pandolfo riporta sulle tele un percorso visionario, stavolta, silenzioso, volutamente incurante del rumore delle suggestioni concettuali, totalmente immerso nel suo viaggio medianico.

L’attuale emergenza sanitaria impone l’ingresso allo Spazio Macos esclusivamente su prenotazione (3407760578).

Il “pensare positivo” mi impone di far notare che è un’occasione straordinaria per un incontro con l’arte e con un artista, Ignazio Pandolfo, che è anche un amabile e poliedrico conversatore che asseconda il confronto e l’arte dell’incontro.

Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email