Skip to content

Le pagelle del Messina: Marino sempre più leader

Messina-Viterbese
retroguardia e attacco sterili

Il Messina stecca l’appuntamento con i tre punti sul finale di gara, contro una Viterbese che ha avuto il merito di crederci fino alla fine e di non gettare subito la spugna. Un primo tempo equilibrato che vede passare in vantaggio i peloritani con Iannone; durante la seconda frazione di gara, quando la partita sembrava volgere al termine sul risultato di 1-0, arriva il gol dei laziali di Polidori, che sfrutta una ingenuità clamorosa da parte della difesa giallorossa. Adesso due trasferte davvero impegnative per Fofana e compagni, chiamati a reagire già a partire dalla gara contro l’Avellino.

LA NOSTRA PAGELLA

Daga: Partita sufficiente nonostante qualche piccola incertezza nel primo tempo. Incolpevole sul gol avversario.

Voto:6

Konate: Non perde mai la bussola e gioca una buona gara da terzino destro.

Voto:6

Trasciani: L’attaccante da marcare (Marotta) è scomodo e fino al 87’ minuto riesce in qualche modo a neutralizzarlo, ma si fa sorprendere clamorosamente da un lancio lungo lasciando indisturbato Polidori. Errore da matita blu.

Voto: 5

Ferrini: Esordio nel complesso positivo e senza particolari sbavature, sul gol della Viterbese ha anche lui una parte di responsabilità.

Voto: 5,5

Angileri: Da terzino sinistro soffre molto le incursioni di Nesta soprattutto nel primo tempo. Nella seconda frazione riesce a prendere le giuste misure.

Voto: 5,5

Fiorani: Conferma l’ottima impressione di Francavilla Fontana, bravo a servire l’assist per Iannone. Non ha paura di proporsi e ricevere la palla.

Voto: 6

Marino: Metronomo del centrocampo messinese, riesce a smarcarsi sempre e a farsi vedere dai compagni per impostare la manovra. Sta crescendo di partita in partita, acquisto azzeccato.

Voto: 6,5

Fofana: Prestazione un po’ sottotono rispetto alle precedenti gare, complice molto probabilmente la stanchezza.

Voto: 5,5

Iannone: Il più pericoloso in avanti, riesce a trovare un bel gol battendo Fumagalli sul primo palo con un bel tiro di piatto destro. Non disdegna mai di puntare l’uomo. Esce nel secondo tempo per un affaticamento muscolare.

Voto: 6,5

Curiale: E’ coinvolto durante l’azione del gol, riuscendo a proteggere un buon pallone in mezzo ai difensori laziali e a servire con i tempi giusti Fiorani. Per il resto dimostra ancora di essere non al top della forma, esce anche lui nel secondo tempo per un problema fisico.

Voto: 5,5

Balde: Evanescente e a tratti irritante, non riesce ad imporsi in nessun frangente di gara. Gioca troppo a testa bassa, difetto che si porta dietro già dallo scorso anno.

Voto: 5

Grillo: Entra nel secondo tempo senza incidere particolarmente, prova un tiro da fuori ben controllato da Fumagalli. Rischia consegnando un pallone pericoloso agli attaccanti della Viterbese.

Voto: 5,5

Catania: Discorso molto simile a quello di Grillo, prova a puntare l’uomo senza concludere qualcosa.

Voto: 5,5

Napoletano: Ingresso in campo promettente, ha nelle corde dei guizzi importanti.

Voto: 6

Berto: Sostituisce Konate facendo il laterale destro nella difesa a 4.

S.V

Zuppel: Entra sul finale di gara.

S.V

Auteri: La squadra gioca e ha idee, frutto del lavoro preciso e competente dell’allenatore. Il passaggio alla difesa a 4 è stata una mossa interessante, ma i giocatori ancora una volta dimostrano di avere dei limiti che andrebbero limati al più presto. I  tifosi confidano nella sua figura di allenatore esperto e navigato.

Voto: 6

Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email