Skip to content

Montemare, Zuccarello: “No a un nuovo ‘comune nel comune’, ma la politica ha fallito”

zuccarello_MessinaWebTv_Politica
"Futuro, Trasparenza e Libertà", che sostiene la candidatura di Salvatore Totaro, contro l'istituzione del comune "Montemare" ma denuncia l'abbandono delle periferie

“Se oggi esiste un referendum per la scissione di una parte del territorio comunale come quello “Montemare” è perché la politica degli ultimi cinquant’ anni ha fallito”.

A affermarlo è l’ex consigliere comunale Daniele Zuccarello di “Futuro, Trasparenza e Libertà”, che sostiene la candidatura di Salvatore Totaro alle prossime elezioni comunali. Nonostante la comprensione delle difficoltà del territorio, quello del movimento è un “no” all’istituzione del nuovo comune.

“Noi non possiamo sostenere la creazione di questo ‘comune nel comune’ ma , nello stesso tempo, non possiamo restare inermi e non ascoltare l’ultimo grido di dolore – dichiara Zuccarello – di chi oggi chiede tale scissione”.

“Per noi – prosegue  – non esistono cittadini di serie A o cittadini di serie B , lo sviluppo delle periferie da nord a sud sono alla base del nostro programma”.

“I cittadini dei villaggi si sentono abbandonati e mai valorizzati come se non appartenessero alla città di Messina. Il decentramento con maggiore autonomia dei quartieri non è mai iniziato ma sempre rimasto sulla carta. Anche la riduzione delle circoscrizioni – conclude – ha portato i villaggi a rimanere senza alcun presidio istituzionale”.




Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email