Skip to content

Oggi Domenica delle Palme, Messa in Cattedrale e benedizione alle 10,30

Settimana Santa
Da oggi i riti della Settimana Santa: senso di responsabilità e rispetto di comportamenti per limitare la diffusione del virus

Inizia oggi, con la celebrazione della Domenica delle Palme, la Settimana Santa.
In Cattedrale si terrà alle 10.30 la messa officiata dall’Arcivescovo Giovanni Accolla, con la benedizione delle palme.

Tornano anche i riti tradizionali e le manifestazioni religiose che, negli ultimi due anni, sono state fortemente condizionate dalla pandemia.

Tuttavia, nonostante la cessazione dello stato di emergenza, a causa del perdurare dei contagi da Covid-19, l’Arcidiocesi di Messina ha raccomandato “un senso di responsabilità e rispetto di comportamenti per limitare la diffusione del virus. Pertanto, all’interno dei luoghi di culto, è necessario continuare a indossare la mascherina, evitare assembramenti e provvedere all’igienizzazione delle mani e degli ambienti”.
Per quanto riguarda le Celebrazioni della Settimana Santa, l’Arcidiocesi raccomanda di seguire le seguenti disposizioni, a partire proprio da oggi: la Commemorazione dell’ingresso del Signore a Gerusalemme sarà celebrata come previsto dal Messale Romano. Bisognerà prestare attenzione che i ministri e i fedeli tengano nelle mani i rami d’ulivo o di palma portati con sé, evitando consegne o scambi. Sarà possibile benedire i rami all’inizio di ogni Celebrazione eucaristica.

Queste le indicazioni per i riti della Settimana Santa.

Il Giovedì Santo, per la Messa Crismale, i presbiteri e i diaconi avranno cura di portare con sé camice e stola bianca che indosseranno dopo aver preso posto, nell’aula della Cattedrale, senza recarsi in sacrestia.
Nell’accedere in Cattedrale si consegneranno ai volontari le ampolle degli oli, già debitamente igienizzate, che verranno ritirate alla fine della Santa Messa.
Per la Messa vespertina in Coena Domini, S.E. l’Arcivescovo dispone, per il Territorio dell’Arcidiocesi, di non effettuare il Rito della Lavanda dei piedi. All’inizio della Celebrazione sarà possibile accogliere gli Oli santi.

Il Venerdì Santo, per l’atto di adorazione della Croce ci si attenga a quanto prescritto ai nn. 18-19, pag. 157, del Messale Romano, evitando il bacio.
Inoltre, nella Preghiera universale sarà aggiunta un’ orazione per coloro che soffrono a causa della guerra.

La Veglia pasquale potrà essere celebrata in tutte le sue parti come previsto dal rito.
È possibile riprendere le tradizionali Processioni del periodo pasquale, tenendo conto, in maniera responsabile, della situazione di contagio da Covid nelle varie zone e nel rispetto delle decisioni condivise dal presbiterio locale. Pur non mortificando fede e tradizione è doveroso attenersi alle seguenti indicazioni:
– i fedeli indosseranno le mascherine in mancanza di distanziamento;
– i portatori saranno a indossare le mascherine FFP2;
– si eviterà di percorrere vie o strade strette.
Qualsiasi decisione sarà, comunque, concordata con le autorità locali.

 

Di seguito, invece, il programma delle Celebrazioni che si terranno nella Basilica Cattedrale di Messina.

Domenica delle Palme – 10 aprile
ore 8.30 S. Messa
ore 10.30 S. Messa presieduta dall’Arcivescovo
ore 12.30 S. Messa
ore 18.00 S. Messa
In ogni celebrazione saranno benedette le palme.

Giovedì Santo – 14 aprile
ore 7.30 Lodi e Meditazione
ore 10.00 Messa crismale presieduta dall’Arcivescovo
ore 19.00 S. Messa della Cena del Signore
ore 23.00-24.00 Adorazione Eucaristica

Venerdì Santo – 15 aprile
ore 7.30 Lodi e Meditazione
ore 18.00 Azione liturgica della Passione del Signore presieduta dall’Arcivescovo

Sabato Santo – 16 aprile
ore 7.30 Lodi e Meditazione
ore 22.30 Veglia Pasquale

Domenica di Pasqua – 17 aprile
ore 8.30 S. Messa
ore 10.30 Solenne Pontificale presieduto dall’Arcivescovo
ore 12.15 S. Messa
ore 18.00 S. Messa

Lunedì – 18 aprile
ore 10.00 S. Messa
ore 18.00 S. Messa

Come già riportato, per il terzo anno consecutivo non si terrà la Processione delle Barette. A dare lo stop definitivo è stata la Confraternita del SS. Crocifisso, che cura l’organizzazione della processione, giudicando impossibile realizzare l’evento in totale sicurezza.
I fedeli, ad ogni modo, potranno vivere il momento della Passione. Giovedì e venerdì della Settima Santa, infatti, la chiesa di Via XXIV Maggio, sarà aperta al pubblico dalle 10.30 alle 13 e dalle 17 alle 24. Giovedì, alle 20.30 si terrà la celebrazione eucaristica, mentre venerdì, dalle 20, i fedeli potranno partecipare alla Via Crucis ai piedi delle Barette, muniti di mascherina e mantenendo il distanziamento.




Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email