Skip to content

“Resistere a Messina” Reportages, lettere, racconti…

rando
Giuseppe Rando: Gli alunni non sono sacchi da riempire ma persone da rispettare ed aiutare a crescere

Presentato al Salone delle Bandiere del comune di Messina il libro di Giuseppe RandoResistere a MessinaReportages, lettere, racconti e saggi critici edito Luigi Pellegrini .

 

 

L’evento è stato condotto e moderato dall’avv. Silvana Paratore che ha affermato come l’amore per la città dello Stretto, per l’Università e per sua professione di professore e critico letterario è il filo conduttore del libro stampato col patrocinio della Fondazione Bonino Pulejo di Messina .

Ad intervenire alla presentazione del corposo volume diviso in quattro sezioni : Messina ed oltre – per l’Università- seminari per un insegnamento formativo e letteratura e vita il prof. Orazio Nastasi Presidente dell’associazione culturale Archimede di Messina oltre l’Assessore Laura Tringali, che di Rando è stata allieva.

Emozione ha suscitato l’ intervento del prof. RANDO che ha ripercorso la sua vita, il suo essere stato professore universitario messinese figlio di un onesto pescatore dello Stretto che non ha attraversato la vita in carrozza ma che ha conseguito qualche notevole risultato sul piano scientifico, dimostrando il supporto fondamentale della filologia e della storia e trasmettendo saperi e valori.

Gli alunni, come si legge nel libro di Rando, sono considerati dallo stesso non sacchi vuoti da riempire o clienti da imbiondire ma persone da rispettare ed aiutare a crescere.

Il testo del prof. Rando nasce dalla conoscenza effettiva di Messina e ha dichiarato la Paratore, può essere definito un atto di amore verso la città dello Stretto.

 

 




Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email