Skip to content

Salvata una “caretta caretta” al molo Rizzo

caretta caretta
L'esemplare, ferito alla testa, è stato notato dai dipendenti della società di navigazione che opera nel sito

Una tartaruga marina, in evidente difficoltà, che rischiava di essere travolta dai natanti, è stata individuata ieri pomeriggio, nel tratto antistante la banchina del molo Rizzo, da alcuni dipendenti delle società di navigazione del terminal aliscafi.

I poliziotti della locale Sezione di Polizia di Frontiera sono riusciti a recuperarla e metterla in salvo grazie all’aiuto della Corporazione degli Ormeggiatori del Porto di Messina che ha prontamente messo in acqua la barca Emanuele I.

La tartaruga è stata portata a bordo del rimorchiatore Ievoli Red presso il Centro Recupero Tartarughe Marine – Blue Conservancy Onlus di Brancaleone, in provincia di Reggio Calabria, come da indicazioni della Guardia Costiera.

Gli operatori della onlus hanno preso in cura la tartaruga, un esemplare della specie protetta “Caretta Caretta”, di sesso femminile, età approssimativa di 30/40 anni. Presenta una ferita alla testa, forse causata dall’elica di un natante. 

Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email