Skip to content

Seconda vittoria consecutiva per l’Acr Messina

acr-22
Grande prova degli uomini di Raciti che riescono a sconfiggere il Monopoli per 2-1, nonostante le numerose assenze (undici!) tra Covid, infortuni e squalifiche.

Grande prova degli uomini di Raciti che riescono a sconfiggere il Monopoli per 2-1, nonostante le numerose assenze (undici!) tra Covid, infortuni e squalifiche.

Il Messina parte subito bene ed appare concentrato per fare risultato pieno. La prima azione giallorossa è su calcio di punizione di Goncalves, che prova a sorprendere Loria, ma, nonostante il campo zuppo d’acqua per la pioggia, l’estremo difensore blocca.

Al 24′ ci prova Trasciani ma ancora l’estremo difensore ospite si salva. Gli ospiti si vedono pericolosamente alla mezz’ora con Grandolfo che, per pochi centimetri, non colpisce su cross laterale. Peloritani in vantaggio al 33′ con un bolide di Statella su assist di Marginean. Il Messina amministra la partita senza alcun sussulto fino al fischio del 45′.

Nel secondo tempo le squadre riprendono da dove avevano lasciato, ed i giallorossi contengono la spinta avversaria. Gli ospiti, però, al 60′ hanno un’occasione con un doppio batti-ribatti in area, sventato dalla difesa giallorossa. Il pericolo scampato dà nuovo impulso al Messina che si fionda in attacco e riesce a raddoppiare al 63′ grazie ad Adorante, che prende la respinta maldestra della difesa ospite e batte a rete centralmente insaccando la porta. I toni pacati, però, giocano un brutto scherzo alla difesa di casa che, con Carillo, segna una clamorosa autorete: il centrale passa la palla al portiere ma Lewandosky, complice il terreno gonfio di pioggia, non arriva a prendere la palla che trafigge la porta.

E’ la rete del Monopoli che dà morale agli ospiti che ci provano nonostante la pioggia ed il vento che imperversa sul “Franco Scoglio”.
Su una prolungata azione ospite, è Carillo a salvare la difesa con un intervento miracoloso. Il Messina prova a reagire e, al 43′, Rondinella, da poco entrato in campo, crossa in area ma gli attaccanti giallorossi non intercettano il pallone per pochi centimetri. Si arriva così al novantesimo mentre dagli altri campi arrivano le sconfitte di Campobasso e Fidelis Andria che portano il Messina rispettivamente a -4 e +9 dalle avversarie.

Prossimo match in trasferta sabato contro la Vibonese




Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email