Skip to content

Un ‘estate da sogno nella farfalla siciliana: Favignana

favignana
Le tonnare, ornamento regale nel mondo

Le tonnare, ornamento regale nel mondo.

Favignana, denominata dai Greci Aegusa e nel medioevo Favonio, assomiglia ad una farfalla. Le sue Acque evocano vicende di storia, insite nella profondità del Mediterraneo.

Sono segreti di battaglie, come quella delle Egadi del 241 a. C., combattuta a Cala Rossa fra Romani e Cartaginesi. Acque con voci, canti, grida come l’antica pesca del tonno iniziata degli Arabi.

 

 

 

Chi approda a Favignana nota l’eleganza del Palazzo Florio, del 1876, simbolo dell’isola. Importante la Piazza Matrice e a destra della piazza la parte più antica del paese del 1600. Case costruite in tufo, profumi di alberi da frutta, piante fiorite, odori aromatici: salvia, rosmarino, origano. È nota la zona di S. Nicola con grotte e segni di graffiti preistorici o incisioni o resti tombe puniche. Cala Rossa, vista dal mare o dall’alto delle sue rocce è un’emozione, dono della natura: Cala Azzurra, Grotta Perciata, la bianca spiaggia del Burrone, Cala Stornello con isolotti del Preveto, Galera e Galeotta Cala Rotonda. L’estremità con Punta Faraglione, a strapiombo sul mare. Inizia poi la costa nord-occidentale, dominata dalla Montagna Grossa, grotte e caverne.

Il Monte che divide in due l’isola con il Forte di Santa Caterina, edificato da Ruggero II il Normanno nel XII sec., fortificato nel XVII sec. dagli Spagnoli, si specchia nel mare delle Egadi, nel Mediterraneo. II tufo favignanese, a blocchi o”cantuni”, importante elemento, è esportato in tutta la Sicilia e Africa. Architettura, insieme a torri e colonne nella roccia tufacea creano un paesaggio suggestivo. Gallerie si aprono nelle pareti rocciose e si affacciano sul mare di Cala Rossa. Quando i tonnaroti, guidati dal Rais, escono in mare per la “mattanza”, è lì la pesca del tonno. Gesti e preghiere, cantano la stesse “cialome” da sempre. È gioia, dopo stressante lavoro, con le barche cariche di tonni. Un rito antico sacro, ripetuto in ogni primavera e ricchezza dell’isola.

La Tonnara Florio, “regina” del porto di Favignana è compagna di un’altra isoletta, Formica, un’altra tonnara occupante tutta l’area. Essa conferma l’abbondanza della pesca e il commercio marittimo. I fieri siciliani ostentano, perciò, la preziosità dell’isola di Favignana, diamante rarissimo della Sicilia e ornamento regale in tutto il mondo.

Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email