Skip to content

Un frammento del Partenone ritorna in Grecia

Alberto Samonà
Il piede della Dea Artemide farà ritorno in Grecia È stato così deciso nell'accordo tra Sicilia e Grecia.

Il piede della Dea Artemide farà ritorno in Grecia
È stato così deciso nell’accordo tra Sicilia e Grecia.

In cambio, arriveranno in Sicilia una statua acefala della dea Atena risalente al V secolo a.C e un’anfora di VIII secolo a.C.

Un gesto di significativa importanza, voluto da Alberto Samonà, Assessore Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, e Lina Mendoni, Ministro Greco della Cultura e dello Sport, che apre al ritorno in patria dei frammenti che appartengono al Partenone.

Queste le parole di Samonà: “Il ritorno ad Atene di questo importante reperto del Partenone va nella direzione della costruzione di un’ Europa della Cultura che affonda le proprie radici nella nostra storia e nella nostra identità: quell’ Europa dei popoli che ci vede profondamente uniti alla Grecia, in quanto entrambi portatori di valori antichi e universali.

E del resto, le molteplici e pregnanti testimonianze della cultura greca presenti in Sicilia sono la conferma di un legame antico e profondo. Grazie al governo Musumeci, la Sicilia torna al centro di una dimensione mediterranea, in cui il futuro comune passa per il dialogo e le relazioni con i Paesi che si affacciano sul “Mare nostrum”.

L’accordo di collaborazione con il Museo dell’Acropoli di Atene ci permetterà, inoltre, di porre in essere iniziative culturali comuni di grande spessore e rilevanza internazionale che daranno la giusta visibilità alla nostra Regione”.

 




Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email